lunedì 24 luglio 2017

Giarre, disposta bonifica di tre siti in cui è presente amianto

Bonifica di tre siti in territorio giarrese in cui è presente il pericoloso amianto: una determina della dirigente della III area ha prenotato la spesa e scelto il metodo di gara per affidare i lavori di raccolta. I tre siti che saranno bonificati si trovano in via Roche – San Matteo, in uno slargo vicino a un cancello di ingresso ad una proprietà privata; all’inizio della via Strada 77, al margine della carreggiata; e poi nell’alveo dei torrente Guddi, a fianco della via Trifoglietto, a circa 100 metri dal viadotto di via Damasco. In base al preventivo calcolato dai funzionari dell’ufficio tecnico, per questo intervento è stata prenotata una spesa di 1.900 euro (Iva inclusa) e gli interventi comprendono la raccolta, il trasporto e il conferimento del materiale in piattaforme autorizzate a smaltire rifiuti contenenti amianto. 
Il pericoloso amianto, negli scorsi decenni, quando ancora non si sapeva che fosse cancerogeno, era molto usato nell’edilizia e per questo è tuttora molto presente nelle costruzioni meno recenti. Diventa particolarmente pericoloso quando viene spezzato, per le particelle che si liberano e che possono essere respirate. Le malattie che ne derivano aggrediscono, infatti, l'apparato respiratorio.



La sua rimozione richiede l’allestimento di una sorta di cantiere e gli operai che devono rimuoverlo devono indossare una tuta che li protegga del tutto. Per questo la sua rimozione è particolarmente costosa e molto spesso i privati preferiscono sbarazzarsi di questo materiale abbandonandolo in discariche abusive di rifiuti. Chi si occupa di questo “lavoro sporco” forse, però, non è consapevole di quanto rischia a maneggiare questo materiale senza le opportune precauzioni. O forse sottovaluta quanto possa essere pericoloso questo lavoro.
L’intervento disposto dal Comune potrebbe interessare un quarto sito che è stato segnalato ma non rilevato.
MGL
16 luglio 2017
Posta un commento