sabato 1 luglio 2017

Giarre, diatriba sulla determina prevenzione incendi

Ordinanza antincendi, il comune si attrezza per bonificare le aree che possiede ove la vegetazione può rappresentare un pericolo ma su come procedere vi sono due diversi punti di vista.
La dirigente dell'area Lavori pubblici, Pina Leonardi, con una determina ha prenotato la spesa e scelto il metodo di gara per l'esecuzione di lavori urgenti di scerbamento e pulizia del verde pubblico, dando così seguito all'ordinanza sindacale.
Nella determina si spiega che con il personale dell'ente sono in corso, come da routine, lavori di diserbo, pulizia e di messa in sicurezza di aree comunali a verde. L'Ente possiede circa 20 ettari di aree a verde e solo 7 giardinieri, aa qui la necessità di ricorrere a una ditta esterna per intervenire nelle aree più abbandonante e maggiormente a rischio incendi. La dirigente ha quindi prenotato 9mila 2770 euro per questi lavori, di cui 1673 di Iva. 
Nella determina non sono indicate le aree in cui si intende intervenire.




Sulla questione il sindaco e l'assessore al verde pubblico, Giuseppe D'Urso, hanno chiesto, per iscritto, alla dirigente le elenco delle aree in cui si intende intervenire, anche perchè in tal modo si può stimare la spesa occorrente. Prima ancora, però, D'Urso ha chiesto alla dirigente di prendere contatti con il Corpo Forestale con cui l'Ente ha già in passato collaborato per la bonifica del torrente Macchia. Sindaco e assessore hanno chiesto alla dirigente di rivolgersi al Corpo forestale per avere un preventivo relativo all’esecuzione di questi lavori, nell'ipotesi di un possibile risparmio.
MGL
30 giugno 2017
Posta un commento