lunedì 12 giugno 2017

Giarre, stasera in Consiglio il bilancio consuntivo 2015

Nessun ulteriore rinvio della seduta di Consiglio comunale, in programma lunedì prossimo, 12 giugno, con all’ordine del giorno il bilancio consuntivo 2015. Venerdì pomeriggio la III commissione consiliare “Bilancio e finanze”, presieduta da Francesco Cardillo ha ultimato lo studio dello strumento finanziario relativo a due anni fa. «Abbiamo ascoltato tutti e tre i revisori – spiega Cardillo – che hanno risposto alle domande dei consiglieri. Ognuno si è fatto il proprio convincimento. Alle nuove note protocollate non abbiamo ritenuto fosse necessaria una nuova convocazione della commissione e le ulteriori delucidazioni richieste potranno essere date in fase di dibattimento lunedì».
Il riferimento è a una nuova nota, protocollata qualche giorno fa dal consigliere Leo Patanè con nuovi rilievi, relativi, tra l’altro, al fondo crediti di dubbia esigibilità accantonato nel 2015; nella nota si chiedeva, tra l’altro, al Collegio dei  revisori di sospendere il parere dato al bilancio consuntivo 2015 in attesa di ulteriori approfondimenti, e alla giunta di adottare una nuova delibera che tenesse conto degli ulteriori rilievi e, in seguito, da sottoporre all’approvazione del Consiglio comunale; quindi, in pratica di rinviare la seduta di Consiglio di lunedì.
Se non ci saranno colpi di scena domani, quindi, il Consiglio dovrebbe approvare questo agognato bilancio consuntivo 2015. Ma l’emergenza resterà l’organizzazione degli uffici finanziari da un anno e mezzo di fatto senza dirigente e senza ragioniere capo. Peraltro, sembrerebbe che incaricare, anche a tempo determinato, un altro dirigente e un altro ragioniere non è così semplice come pareva inizialmente e non è solo questione di risorse finanziarie, vi sarebbero altri nodi da sciogliere visto che un dirigente e un ragioniere capo in organico già ci sono e sono figure che hanno i loro diritti.




Sull’urgenza di riorganizzare gli uffici finanziari lunedì si soffermerà anche il presidente Cardillo dato che questa è la madre di tanti problemi dell’Ente e c’è da temere che il bilancio preventivo 2016 finisca per essere approvato non prima dell’anno prossimo.
MGL
11 giugno 2017
Posta un commento