venerdì 23 giugno 2017

Giarre, artigiani denunciano degrado zona artigiana e chiedono interventi

foto da facebook
Il diserbo, il rifacimento della segnaletica stradale, l’installazione di cassonetti per la raccolta differenziata. Sono alcune delle richieste di interventi nella zona artigiana “Giovanni Trovato” contenute in una lettera che l’Unione liberi artigiani di Giarre ha inviato al sindaco Angelo D’Anna e a tutti gli organi competenti. La lettera reca la firma del presidente dell’Ula, Diego Bonaccorso, è stata sottoscritta da tutti gli operatori della zona artigiana e denuncia il degrado dell’area produttiva, sollecitando interventi e un incontro con l’amministrazione comunale.
Nella missiva, in particolare, si denuncia come l’interesse verso la zona artigiana sia stato sempre minimo da parte delle varie amministrazioni comunali che si sono succedute dal 2007 e che hanno usato l’area come un bancomat, visto che anche grazie alla vendita dei capannoni il Comune di Giarre ha più volte evitato il dissesto. Ma sono stati poi esigui i fondi spesi per l’area produttiva, dimostrando assenza di gratitudine.



Gli artigiani chiedono, quindi, per la zona artigiana la stessa attenzione riservata per il corso Italia ed elencano una serie di interventi che urgono: il diserbo sia dentro che fuori l’area produttiva, per scongiurare incendi e incidenti di veicoli dovuti alla visuale oscurata dalla vegetazione; l'abbattimento del muro perimetrale lungo la strada statale che nasconde il sito produttivo; la ricollocazione delle bandiere che una volta sventolavano ed erano ben visibili dalla strada statale; il rifacimento della segnaletica verticale ed orizzontale; l’installazione della videosorveglianza; la collocazione di cassonetti per la raccolta  differenziata, servizio del tutto assente nella zona e, infine, la sistemazione dei cancelli, per evitare di notte il libero ingresso di giovani che vi fanno gimkane o che si drogano.
Il vicesindaco Salvo Vitale, che detiene la delega alle attività produttive, a proposito di questa lettera dichiara: «L’amministrazione comunale ha in programma di intervenire sulla zona artigianale sotto tutti i punti di vista. Li contatteremo per incontrarli il prima possibile per esaminare nei dettagli come intervenire».
La lettera degli artigiani ieri è stata letta durante la seduta della II commissione “attività produttive”.
MGL
20 giugno 2017
Posta un commento