giovedì 18 maggio 2017

Troppi cani randagi abbandonati a Giarre


I conti non tornano. Troppi i cani abbandonati che vengono rinvenuti a Giarre. Sinora era solo una sensazione, adesso forse qualcosa in più. L’ultimo caso clamoroso dei dieci cuccioli ritrovati sotto una tribuna della pista di atletica ha portato il comandante della polizia municipale ad approfondire la questione e confrontare il numero di cani abbandonati rinvenuti a Giarre e portati nel canile convenzionato (l’Ariosto di Acireale) con il numero di cani ricoverati nello stesso canile da altri comuni vicini. Ebbene, mentre da altri comuni, dall’inizio dell’anno sono stati ricoverati uno o due cani, da Giarre, dall’inizio dell’anno sono stati portati nel canile ben 44 cani.  
Ariosto è il canile più vicino, alcuni comuni vicini vi sono convenzionati, altri no, forse perché convenzionati con altri canili, o forse perché non sono convenzionati con alcuno.
«C’è una sproporzione tra i cani che abbiamo portato al canile e quelli portati da altri comuni- dice il comandante Maurisio Cannavò – e questo nonostante la nostra politica di averli tutti sotto controllo: i cani che si trovano a Giarre sono tutti sterilizzati, grazie a una collaborazione con il servizio veterinario dell’Asp e in particolare con il dott. Russo».
Anche nel caso dei dieci cuccioli è stata trovata una carta trovata dentro lo scatolo che ricondurrebbe la provenienza dei cagnolini ad un altro comune.
C’è poi la questione del rinnovo della convenzione, ormai scaduta, con l’associazione animalista Arca. La proposta di delibera per il rinnovo è pronta e in questi giorni sarà approvata in giunta. L’associazione, frattanto, ha pubblicato un post su facebook indirizzato ai cittadini di Giarre e dei dintorni in cui precisa: «L’Arca è un’associazione animalista legalmente riconosciuta e registrata, soggetta a controlli, ed è tenuta a seguire un iter ben preciso prima di introdurre animali nel rifugio, ossia l’affidamento da parte dei vigili urbani con successiva microchippatura a nome del Comune di ritrovamento per quanto riguarda i cuccioli di cane (mentre per i gatti la microchippatura non è obbligatoria). Senza l’affidamento non è possibile purtroppo accogliere animali perché in caso di controlli sorgerebbero grossi problemi e a farne le spese sarebbero tutti i cani e gatti che attualmente ospitiamo. In questo momento l’associazione è impossibilitata legalmente ad accogliere cuccioli provenienti dal Comune di Giarre, in quanto da circa sei mesi è scaduto il protocollo d’intesa col Comune».
MGL
17 maggio 2017
Posta un commento