martedì 2 maggio 2017

Giarre, un regolamento per il mercato del contadino

Mettere ordine nel mercato del contadino “Ortegiarre” che ogni domenica viene allestito in piazza Immacolata. E' quanto intendono fare la I commisione consiliare “affari generali” e la  II commissione “Attività produttive”. Come riferisce, infatti, la presidente della I commissione, Patrizia Caltabiano, durante l'esposizione mercatale, ultimamente si sarebbero aggiunti venditori sprovvisti di autorizzazione o che vendono merce che non è di propria produzione, aspetto che, invece, deve essere la peculiarità di un mercato del contadino che nasce proprio per fare incontrare i consumatori direttamente con i produttori agricoli del territorio, attraverso la vendita di prodotti di qualità a filiera corta “chilomentro zero” e a prezzi convenienti. E, peraltro, di venditori ambulanti di frutta già ne sono invase numerose strade di Giarre. Da qui l'urgenza di un regolamento per salvaguardare il mercato del contadino.
Ma come spiega la presidente Caltabiano, una bozza di regolamento già esisteva, era stata predisposta durante la passata consiliatura, vi aveva lavorato la II commissione consiliare, all’epoca presieduta sempre da Patrizia Caltabiano. Alla fine il regolamento, anche a causa delle vicissitudini politiche del periodo, non è mai arrivato in Consiglio. Adesso si tratterebbe solo di riprende l'iter per l’approvazione definitiva; sarà, comunque, possibile apportare qualche modifica o aggiornamenti, qualora i consiglieri li ritenessero necessari.
Secondo quanto afferma la presidente Caltabiano, maggioranza e opposizione concordano sulla necessità di regolare il mercato del contadino che ormai è un appuntamento consolidato e particolarmente apprezzato dalla cittadinanza giarrese e dei comuni vicini. Quindi i tempi di approvazione potrebbero essere molto brevi.
Questa settimana doveva tenersi una seduta congiunta della I e delle II commissione che doveva esaminare questo argomento, non è stato raggiunto il numero legale e le due commissioni torneranno a riunirsi la settimana prossima.
Un’altra novità riguarda il mercato del contadino, ed è la costituzione dell’apposito comitato composto dal sindaco o dall’assessore delegato e dai rappresentanti delle organizzazioni che hanno dato disponibilità all’iniziativa, dei produttori del mercato e dei consumatori. Una determina sindacale dispone la costituzione di questo comitato che ieri si è riunito per la prima volta ma che era previsto sin dall’istituzione del mercato del contadino, nato durante la sindacatura Bonaccorsi.

Il mercato del contadino di Giarre è stato istituito nel 2013 su proposta dell’assessorato fiere e mercati allora diretto dall'arch. Salvo Patanè. Sin dall’inizio è stata prevista la presenza di un “Comitato di mercato” che verifichi «la qualità delle produzioni esposte e il rispetto del disciplinare del mercato stesso. Nello spirito dell’autorganizzazione, il Comitato potrà seguire, in tutto o in parte, le fasi tecniche e logistiche della manifestazione e formulare proposte che prevedano anche una compartecipazione economica degli espositori». Previsto anche che gli espositori/assegnatari che, a giudizio del Comitato, non rispettano i principi del disciplinare stesso non continuino a partecipare all’iniziativa.
MGL
28 aprile 2017
Posta un commento