lunedì 10 aprile 2017

Giarre, blocco scarichi fognari, deroga temporanea obbligo allaccio fognatura

Il problema del blocco degli scarichi fognari è stato, ancora una volta, al centro di una seduta della V commissione consiliare, presieduta da Antonio Camarda, che ieri ha esaminato una proposta di modifica dell’apposito regolamento. La proposta consiste in una deroga temporanea all’articolo 5 il quale recita “Nelle zone servite da pubblica fognatura non sono consentite scarichi di acque nere avente recapito diverso dalle fognature”. Visto che il Comune attualmente non può aumentare la portata delle acque che finisce al depuratore, al fine di potere concedere l’autorizzazione allo scarico ai nuovi edifici questi ultimi, grazie alla modifica dell'articolo 5, dovranno dotarsi di fossa imoff, fin quando sussisterà il blocco.
Durante la seduta si è anche parlato di una modifica all’articolo 11, lanciata durante la scorsa seduta del Consiglio comunale dal consigliere Fabio Di Maria. L’art.11 riguarda la realizzazione dei pozzetti di ispezione specie per le utenze appartenenti ad attività economiche. Negli anni passati è mancata un’adeguata regolamentazione.
«Abbiamo dato disponibilità per approfondire, in termini di legge, la possibilità di derogare a questo obbligo – spiega il presidente Antonio Camarda - si tratta di un argomento particolarmente importante, sia per la ricaduta sull’attività economica che sotto il profilo dell’inquinamento ambientale».
Di scarichi fognari si parlerà stasera in Consiglio comunale con l’audizione della dirigente e di un tecnico dell’ufficio tecnico comunale sull’atto di indirizzo, approvato dalla Giunta comunale agli inizi di marzo.
MGL
6 aprile 2017
Posta un commento