mercoledì 29 marzo 2017

Giarre, manca la relazione di fine mandato di Bonaccorsi (adempimento di legge) ma si liquida ugualmente l'indennità

A conclusione della scorsa sindacatura, finita con le dimissioni dell’ex sindaco Roberto Bonaccorsi, doveva essere redatta e pubblicata sul sito una relazione di fine mandato, stilata dal responsabile del servizio finanziario o dal segretario generale e sottoscritta dall’ex sindaco. Secondo quanto prevede la legge, la relazione doveva essere trasmessa alla Corte dei conti e doveva contenere, tra l’altro, la situazione finanziaria e patrimoniale dell’Ente. Ma non solo. Il mancato adempimento di questo obbligo comporta delle decurtazioni delle mensilità di chi non ha adempiuto. E a quanto pare questa relazione non è stata fatta.
A sollevare il caso, nell’ultima seduta del Consiglio comunale, è stata la consigliera Giusi Savoca con un’interrogazione a cui ha fatto eco, dall’opposizione, un’altra interrogazione di Giannunzio Musumeci.
«La mia interrogazione – spiega la Savoca - era un atto dovuto per il principio di trasparenza. Noi avremmo dovuto trovare una relazione di fine mandato ed una certificazione di cassa a debito e a credito ed invece ci siamo ritrovati ad dover ricostruire anni di mala gestione e poiché il D.lgs 149 del 2011 dà delle direttive ben precise a cui il precedente sindaco ha omesso; il segretario ed il dirigente finanziario hanno anche loro delle responsabilità. Addirittura, il decreto parla chiaro nel nostro caso di scioglimento anticipato del precedente Consiglio: la sottoscrizione della relazione e la certificazione da parte degli organi di controllo interno sarebbero dovuti avvenire entro 20 giorni. Da ciò avremmo anche capito l'indebitamento dell'Ente».




Ma non finisce qui. «Il colmo – continua la Savoca - è stato che con determina dirigenziale si ha avuto la premura di liquidare un’indennità all'ex sindaco,  per carità dovuta ma a mio avviso non in conformità in quanto mancante di relazione e nello stesso tempo errato pagamento gestionale in quanto non conforme al vigente regolamento di contabilità, non rispettando gli art. 13 e 14, obiettivi e bilancio 2017. Ho chiesto al sindaco di intraprendere provvedimenti in merito e adottare misure su responsabilità di mala gestione per ricordare che vogliamo un cambiamento».
Il sindaco D’Anna si è riservato di rispondere per iscritto.
MGL
28 marzo 2017
Posta un commento