domenica 5 marzo 2017

Giarre Dsm, delusi parenti pazienti, ora pensano a manifestazione di protesta

Sono delusi i parenti dei pazienti del Dipartimento di salute mentale di Giarre: era stato assicurato loro dall'Asp che sarebbero stati mantenuti i servizi offerti dal Dipartimento e invece, a quanto pare, perché queste rassicurazioni vengano mantenute c'è da aspettare.
Dall’1 marzo, infatti, nel Dsm giarrese è in servizio un solo medico e lo stesso Dsm sarà aperto solo due pomeriggi la settimana, mentre sinora era rimasto aperto tutti i pomeriggi.
Ai familiari dall’Asp era stato assicurato che sarebbero arrivati presto due nuovi psichiatri e che il Dsm sarebbe rimasto aperto tutti i pomeriggi. Rassicurazioni ripetute anche ieri mattina in un incontro che i familiari dei pazienti hanno avuto con il dott. Fichera, responsabile dei Dsm di Giarre e Acireale,  e il dott. Fiorentino.
Per quanto riguarda, infatti, i due nuovi psichiatri c'è ancora da aspettare e gli infermieri, negli altri quattro pomeriggi della settimana  saranno, in via provvisoria,  trasferiti ad Acireale, nell'attesa dell'arrivo dei due nuovi psichiatri.
Il timore dei familiari è che ciò che viene presentato come provvisorio diventi permanente.
Dall'Asp è stato assicurato che non appena arriveranno a Giarre i due nuovi psichiatri gli infermieri torneranno da Acireale. Tuttavia, non vi sono tempi certi sull'arrivo di questi due nuovi medici.
Prospettata dall'Asp anche la presenza di operatori socio-sanitari che però non soddisfa i parenti pazienti in quanto gli Oss possono né praticare terapie né svolgere i compiti svolti dagli infermieri. 
I parenti hanno anche sentito il direttore sanitario dell'Asp Franco Luca che ha rinnovato le rassicurazioni ma permangono delusione e timori. L’idea adesso è quella di consultare il sindaco, l’assessore Rosano e tutti i parenti dei pazienti entro qualche giorno per decidere se è il caso di inscenare una protesta.
MGL
4 marzo 2017
Posta un commento