lunedì 13 marzo 2017

Giarre atto di indirizzo dell'amministrazione per gli scarichi fognari

La giunta comunale ha inviato all’ufficio tecnico un atto di indirizzo per dirimere la questione degli scarichi fognari, di cui, com’è noto, sono bloccate da mesi le nuove autorizzazioni, con grave danno per le nuove attività economiche. Della questione si è discusso ieri, in municipio, durante la conferenza dei capigruppo che ha deciso le prossime date delle sedute del Consiglio comunale. Premesso che non possono essere immessi in fognatura nuovi scarichi, l’atto dà indicazione all’ufficio tecnico di valutare, caso per caso, il possesso di determinati requisiti per potere rinnovare le autorizzazioni allo scarico scadute o di immobili volturati. La dirigente dell’area tecnica, Pina Leonardi, inoltre, invierà al Consiglio comunale una proposta di deroga all’art. 5 del regolamento sugli scarichi fognari che permetta alle nuove costruzioni di ottenere l’autorizzazione allo scarico realizzando le fosse Imhoff. Ove, infatti, è presente la rete fognaria le fosse Imhoff non sono consentite. Questa deroga permetterà di non bloccare le nuove autorizzazioni. «L’atto di indirizzo – spiega l’assessore alle attività tecniche Giuseppe D’Urso - dà supporto alla dirigente Leonardi per interpretare quanto chiestoci dal Consorzio di depurazione, cioè di non immettere nuovi scarichi reflui in fognatura e non dare nuove autorizzazioni. Era un atto opportuno, richiesto dalla dirigente, siamo concordi nel rinnovare, se possibile, le autorizzazioni scadute, verificando caso per caso. Molti cittadini e tecnici ci spingevano per rilasciare questi rinnovi di autorizzazioni ad allacci già esistenti, in quanto sosteniamo non apportino nuovo liquame in fognatura: l’immobile, infatti, continua a scaricare anche se l’autorizzazione è scaduta e il rinnovo al momento è inibito. E’ un passo importante, nel rispetto della legge e di quanto ci viene prescritto dalla Procura e dal consorzio ».
MGL
10 marzo 2017
Posta un commento