venerdì 17 febbraio 2017

La sanità il tema più avvertito dai pensionati giarresi. Il pensionato dell'ex ceto medio ora annaspa

E’l’assenza di un’adeguata assistenza sanitaria quella che maggiormente preoccupa gli anziani giarresi. Martedì, un folto gruppo di pensionati, quelli aderenti alla Cisl, hanno partecipato, nella sala Romeo, all'assemblea precongressuale della zona jonica della Federazione nazionale pensionati Cisl di Catania, in preparazione al 10° congresso provinciale in programma il 28 febbraio a Catania. Un’occasione che ci ha permesso di parlare con alcuni di loro della condizione dei pensionati a Giarre. «Gli anziani rappresentano la fascia debole della società – ci ha detto la prof.ssa Pina Previtera – hanno bisogno di essere curati, assistiti. Ma poi ci sono quei pensionati di media fascia, che ancora sono attivi, che hanno bisogno di incontrarsi con gli altri, occasioni che a Giarre mancano: non abbiamo un centro incontro anziani degno di questo nome. Speriamo che a breve si possa aprire quello di via Berlinguer e che i servizi relativi all’assistenza sanitaria funzionino meglio, specialmente ora che non abbiamo più l’ospedale».





Il prof. Nino Giuffrè traccia il profilo del pensionato “medio” del giarrese: «Gli anziani dell’ex ceto medio si trovano adesso in una situazione di grande difficoltà: prima con lo stipendio in lire vivevano discretamente, con il passaggio dalle lire all’euro si trovano in grande disagio soprattutto perché gran parte della pensione viene spesa per la sanità. Con la situazione attuale buona parte delle visite specialistiche, a causa delle lunghe liste di attesa, le dobbiamo pagare di tasca nostra. Oltre ad avere delle patologie spendiamo tanti soli in farmaci. Dato che poi l’ospedale di Giarre non ha più un pronto soccorso dobbiamo recarci al pronto soccorso di Acireale. Ma spesso, date le note disfunzioni, molti anziani giarresi sono costretti ad andare al pronto soccorso di Taormina per avere un minimo di assistenza in tempi accettabili. Questo incide sulla nostra salute, sulle nostre aspettative in caso di malattia e sul nostro sistema economico».
L'assemblea ha spaziato su tutti i temi economici riguardanti i pensionati.  Erano presenti i vertici del sindacato: Fulvio Garigliano, presidente Anteas Catania, Marco Lombardo, segretario generale Fnp-Cisl Catania, Patrizia Volponi, segretaria nazionale Fnp Cisl, Alfio Giulio, Segretario Generale Fnp Cisl Sicilia, Paolo Pintabona,  segretario Cisl di Giarre e Maurizio, segretario generale della Cisl di Catania. Eletti i delegati al congresso territoriale di Catania. Eletto, altresì, Orazio Enzo Tornatore, segretario dei pensionati Cisl di Giarre. L’incontro rientrava nell’intensa fase congressuale avviata dalla Cisl in tutta Italia che porterà al XVIII Congresso confederale di fine giugno a Roma.
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 16 febbraio 2017
Posta un commento