martedì 14 febbraio 2017

Giarre, tavolo tecnico per nuovi servizi sanitari. L'Asp si dice disponibile


Si è tenuto ieri nei locali del presidio di via Forlanini il tavolo tecnico sui servizi sanitari del territorio, composto da rappresentanti dei comuni del distretto e dell’Asp. La riunione è stata promossa dall’assemblea dei consigli comunali con il supporto sindaci. Le richieste su cui lavora il tavolo tecnico, da alcune settimane, sono le stesse: creare nello stabilimento ospedaliero di Giarre un servizio one-day surgery; creare un protocollo che permetta agli utenti provenienti dal Pte di accedere ai servizi ospedalieri (radiologia e laboratorio analisi); creazione di posti letto territoriali per il trattamento di acuzie su malati cronici; mantenere e potenziare l’offerta legata alla prevenzione e alla cura delle malattie mentali. Proposte a cui, come riferisce il coordinatore del tavolo, il consigliere comunale di Giarre, Armando Castorina: «L’Asp formalmente si è resa disponibile, compatibilmente con le risorse disponibili». Quanto discusso ieri è stato messo a verbale. Per l’Asp erano presenti il direttore sanitario Franco Luca, il primario di medicina dell’ospedale di Acireale Alfio Saggio, il direttore del distretto sanitario Giacomo Benenati e il prof. Domenico Torrisi.







Il servizio che potrebbe con un minimo sforzo essere attivato è il day surgery. Adesso, in via Forlanini, è attivo solo un day service che permette interventi ove il paziente viene dimesso in giornata, il day surgery prevede la degenza di una notte e amplierebbe quindi gli interventi che potrebbero essere effettuati. Un prossimo apposito incontro potrebbe essere già più operativo.
C’è poi il capitolo salute mentale, per cui era presente ieri la presidente dell’associazione “Oltre l’orizzonte Santina Bucolo che chiede il ripristino delle unità di personale prima previste nel Dipartimento di salute mentale di Giarre con apertura del Centro salute mentale dalle 8 alle 20 dal lunedì al sabato.  
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia l'11 febbraio 2017
Posta un commento