giovedì 9 febbraio 2017

Giarre, modifiche regolamento strisce blu. Botta e risposta tra Castorina e Giarre Parcheggi

Introdurre, in via definitiva, a Giarre il biglietto per la sosta breve di mezz'ora sulle strisce blu e i 15 minuti di tolleranza per le soste brevissime delle auto. Il tutto attraverso una modifica del regolamento comunale per l’uso dei parcheggi a raso a pagamento. E' la proposta avanzata dal consigliere comunale di “Città viva” Armando Castorina e che ieri mattina è esaminata dalla I commissione consiliare "affari generali" e dalla II commissione "attività produttive",  riunite in seduta congiunta. E’ la prima proposta che si può definire più a favore dei cittadini e dei clienti della piattaforma commerciale giarrese, dopo  la collocazione di tutti gli stalli blu a pagamento, previsti dal contratto, nel centro storico di Giarre; la collocazione di tutti e 650 stalli contrattuali, come si ricorderà, era inevitabile dopo il pronunciamento del Tar a favore della Giarre Parcheggi ma che è stata mal digerito dalla cittadinanza.
Per quanto riguarda il biglietto per la sosta di mezz'ora al momento esso è in vigore ma solo per concessione della Giarre parcheggi che potrebbe in futuro eliminarlo. Per questo il consigliere Castorina ha proposto di prevederlo, in via definitiva.
Per quanto riguarda, invece, i minuti di tolleranza, il consigliere Castorina aveva proposto di introdurre 15 minuti di tolleranza per le soste brevissime sulle strisce blu ma gli altri consiglieri hanno ritenuto opportuno ridurli a 10. Se la proposta sarà attuata chi parcheggerà sugli stalli a pagamento per meno di 10 minuti non rischierà la multa.




Durante la seduta i consiglieri di opposizione Antonella Santonoceto e Vittorio Valenti hanno chiesto che su questa proposta siano ascoltati in audizione il comandante della polizia municipale Maurizio Cannavò e un componente pool legale: obiettivo è verificare che la stessa proposta sia attuabile senza che esponga il Comune a ulteriori contenziosi legali. Per lunedì prossimo è stata fissata questa audizione, i consiglieri ascolteranno il comandante Cannavò e l’avv. Alfredo Grasso.
«Ho chiesto che questa proposta venga discussa in commissione - spiega Armando Castorina - affinchè appartenga al Consiglio comuale nella sua interezza, dato che l'argomento è percepito come importante da tutti i consiglieri»
7 febbraio 2017

Fa discutere la proposta del consigliere Armando Castorina di modificare il regolamento sulle strisce blu in modo da prevedere, in via definitiva, il biglietto per la sosta breve di mezz’ora (che al momento è in vigore per una concessione della Giarre Parcheggi) e 10 minuti di tolleranza. C’è chi mette in dubbio la possibilità che questa misura possa essere adottata attraverso una modifica del regolamento ma sulla questione prende posizione, innanzitutto, l’amministratore delegato della società che gestisce la sosta a pagamento a Giarre, Pietro Lo Monaco che, in proposito spiega: «Abbiamo acconsentito al biglietto di mezz'ora per effettuare una sperimentazione di un periodo ma non sta funzionando: condizione essenziale perché funzioni è che ci sia una corretta gestione dei parcheggi da parte della polizia municipale che dovrebbe evitare di fare parcheggiare in doppia fila o dove non è consentita la sosta, ma questo non avviene». Il Comune, quindi, secondo Giarre Parcheggi non sta facendo la sua parte e per la ditta se l’Ente non disciplina bene i parcheggi attraverso gli agenti della polizia municipale non avrà più senso tenere il biglietto della mezz'ora.
Altro capitolo è quello riguardante la tolleranza di dieci minuti per evitare che chi scende dalla macchina per pochi minuti senza il biglietto della sosta esposto rischi una multa. Come riferisce l’amministratore delegato della Giarre Parcheggi: «La “tolleranza”, anche se non è dovuta, già la pratichiamo nei fatti: i nostri operatori girano e nel loro giro trovano chi frattanto ha fatto il biglietto e chi no; quando viene elevato un verbale vi si evince l'ora in cui l’operatore ha constatato l’assenza del biglietto e l’ora in cui ha verbalizzato. E’ poco utile fare una proposta che non rientra nel contratto che abbiamo stipulato con il Comune». 
Secondo la Giarre Parcheggi, quindi, il Comune è già inadempiente nei suoi compiti che hanno poi una ripercussione nell’attività della ditta; nel momento in cui venissero attuate queste due proposte avanzate da Castorina ancor di più la società tornerebbe indietro sui suoi passi e toglierebbe il biglietto della sosta breve di mezz’ora.
Frattanto, lunedì due commissioni consiliari ascolteranno sulla fattibilità delle due proposte il comandante della polizia municipale e un legale del Comune.
8 febbraio 2017 
Maria Gabriella Leonardi

Posta un commento