giovedì 2 febbraio 2017

Giarre, approvato regolamento rottamazione tributi

Il Consiglio comunale ha approvato il regolamento relativo alla definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento, non riscosse, a seguito della notifica, negli anni che vanno dal 2000 al 2016. Si tratta di un atto che tutti i comuni stanno approvando, a seguito del decreto legge 193 del 2016.
L’assessore al bilancio Salvo Vitale ha spiegato che  «il comune, tramite questo regolamento, manifesta la volontà di stabilire la riscossione agevolata delle entrate incassate mediante ingiunzione. Le agevolazioni consistono nell’abbattimento delle sanzioni per tutte le entrate comunali e degli interessi per le violazioni al codice della strada».
Il regolamento verrà pubblicato sul sito, dopodichè sarà predisposto un facsimile di istanza di adesione e gli interessati avranno tempo sino al 2 maggio di quest’anno per avvalersi di questa agevolazione.








L’opportunità inizialmente riservata solo all’agente della riscossione di rottamare le cartelle, in sede di conversione in legge di questo decreto, è stata concessa anche ai comuni che riscuotono direttamente.

«Questo regolamento è un’opportunità per i contribuenti e anche per il Comune e il Consiglio lo ha approvato in tempi brevi – ha detto il presidente della commissione bilancio, Francesco Cardillo –. I cittadini potranno rateizzare i loro debiti con l’Ente sino a 15 rate da pagare entro settembre 2018»
Il regolamento è stato approvato dalla maggioranza più il voto di Antonella Santonoceto. Approvato anche un emendamento che migliorava la forma del testo mentre sono stati respinti gli emendamenti presentati da Leo Patanè che sul regolamento ha, tuttavia, chiesto, e ottenuto, l’apposizione del parere contabile, inizialmente non previsto, visto che – come ha rilevato Patanè – il regolamento determinerà dei flussi di denaro che incideranno sulle previsioni di entrata.
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia l'1 febbraio 2017
Posta un commento