lunedì 2 gennaio 2017

Giarre, appalto rifiuti, lavoratori chiedono chiarezza e certezze

Saranno ufficialmente presentati domani, venerdì 30, in Municipio ai sindacati la nuova ditta che gestirà il servizio rifiuti a Giarre, la Dusty, e il nuovo contratto. Sono 53 i lavoratori addetti al servizio nel cantiere di Giarre di cui dieci a 5 ore; due lavoratori andranno in pensione nel 2017, un nel mese di gennaio, il secondo ad aprile. Per questo i sindacati si attendono che l’integrazione a 6 ore dei lavoratori che al momento lavorano a 5 ore. E’ poi importante che i lavoratori siano ingaggiati dalla Dusty a partire dall’1  gennaio in modo da garantire la continuità nel passaggio tra un contratto e l’altro, anche un solo giorno di vacatio potrebbe essere un problema per il mantenimento dei diritti acquisiti.
«La Dusty – spiega l’assessore alle attività tecniche Giuseppe D’Urso – ci ha garantito che assumerà per intero il personale sinora in forza alla Tech servizi. Sono previsti dei pensionamenti e potrebbero esserci spazi per eventuali nuovi assunzioni, anche se lo diciamo col beneficio del dubbio, ed è questa più che altro una speranza».
Se l’Ugl attende l’incontro di venerdì per prendere una posizione, Alfio Leonardi,responsabile del dipartimento igiene ambientale Fp Cgil Catania, auspica che il servizio possa decollare nella maniera giusta «finora – rileva -
nei comuni che hanno affidato il servizio la risposta non è stata eccellente per via dell’irregolarità dei pagamenti. Riguardo Giarre vogliamo capire dove sarà il cantiere, dove saranno allocati i mezzi, auspichiamo che non ci siano ricadute negative sui livelli occupazionali: al momento abbiamo tante perplessità in proposito e il 30 al comune speriamo di avere tutte le risposte e una maggiore chiarezza. Chiederemo che il personale ingaggiato sinora a 5 ore sia stabilizzato full time, come Cgil saremo vigili in tal senso, è, inoltre, previsto nel nuovo appalto ed è funzionale alla raccolta differenziata».
MGL
29 dicembre 2016
Posta un commento