martedì 27 dicembre 2016

Giarre, si lavora a una proposta di nuovi servizi sanitari

Day surgery e accesso ai servizi ospedalieri per i pazienti del Presidio territoriale di assistenza e del Punto di primo intervento, entrambi allocati nel presidio di via Forlanini. Di questo si è discusso ieri in Municipio durante una riunione del gruppo intercomunale di consiglieri comunali che si occupa dei servizi sanitari nel distretto. Ieri l’incontro è stato esteso anche ai capigruppo consiliari di Giarre. Erano presenti l’assessore Virginia Silvestro di Mascali, il consigliere Salvatore Rinaldi di Linguaglossa, infermiere, il presidente del consiglio comunale di Giarre nonché dirigente medico, Francesco Longo, i consiglieri Armando Castorina, coordinatore del tavolo tecnico e del gruppo intercomunale, i capigruppo Giuseppe Leotta e Fabio Di Maria e il consigliere Giusi Savoca, che è anche dirigente medico.
L’incontro puntava ad elaborare un progetto per la realizzazione di un day surgery a Giarre e redigere un protocollo che estenda la possibilità di accedere ai laboratori di analisi, alla radiologia e ai ricoveri ai pazienti che arrivano al Pte e al Ppi. «Sono stati presentati dei documenti relativi a un progetto di day surgery e a un regolamento relativo al funzionamento del Pte – spiega il coordinatore Castorina -. I due documenti saranno distribuiti ai componenti del tavolo tecnico per eventuali modifiche; dopodiché avremo un nuovo incontro interlocutorio con i rappresentanti dell’Asp». «Il day surgery prevede la degenza di una notte – spiega il presidente Longo – adesso, a Giarre, è attivo solo un day service che prevede che il paziente sia sottoposto a intervento e dimesso in giornata. Realizzando un day surgery si potrebbero effettuare, quindi, interventi ora non possibili a Giarre, ad esempio l’intervento ad un’ernia complicata o in un paziente cardiopatico».
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 22 dicembre 2016
Posta un commento