lunedì 5 dicembre 2016

Giarre, i principali temi di attualità in Consiglio

L’ultima seduta del Consiglio comunale ha trattato i principali problemi cittadini. Tra le interrogazioni, Giannunzio Musumeci che ha chiesto all’amministrazione il coinvolgimento del Consiglio nella vicenda dell'appalto rifiuti e poi ha voluto conoscere la programmazione dei lavori di riparazione delle buche stradali, la bonifica delle caditoie e la messa in sicurezza degli alberi pericolanti. Pulizia caditoie e interventi agli alberi pericolanti - come ha risposto l’assessore D’Urso - saranno eseguiti entro dicembre mentre per la riparazione delle buche è già in corso. Sempre Musumeci ha chiesto l’intervento del Comune in alcune strade al buio dopo il furto di cavi di rame, a partire da via Forlanini, ove, come ha risposto il sindaco, saranno spesi 18mila per la riparazione.
Leo Patanè ha poi sferrato un duro attacco alla giunta, accusata di non coinvolgere la minoranza nelle iniziative che organizza e poi ha accusato l’assessore D’Urso di non avere risposto a decine di telefonate. D’Urso ha replicato di non avere risposto solo a un paio di telefonate di Patanè in 4 mesi e che il suo non è un telefono di servizio. 
Patanè ha poi posto diverse domande sull’uso del centro diurno per anziani da parte di un’associazione privata A NAtale. L’assessore Piero Mangano ha spiegato che la struttura è agibile, l’associazione aveva svolto la stessa attività l’anno scorso al palazzo delle cultura (dove ora vi sono infiltrazioni d’acqua) e non si è voluto fare sfuggire questa iniziativa che porterà visitatori a Giarre.
Francesco Cardillo ha sollecitato il trasloco del giudice di pace nell’ex tribunale di corso Europa. Il sindaco ha riferito che l’ufficio tecnico comunale sta rilevando i danni, valutando gli interventi necessari e si esamina la possibilità di rivalersi sulla ditta che ha eseguito i lavori.  
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 3 dicembre 2016
Posta un commento