martedì 20 dicembre 2016

Giarre. Giudice di pace, la proposta di Cardillo

Il 30 gennaio il Comune di Giarre dovrà restituire al proprietario i locali di via Veneto ove hanno sede gli uffici del Giudice di pace che devono essere trasferiti nell’immobile di corso Europa che una volta ospitava la sezione staccata del tribunale. Questa data è un appuntamento che il consigliere comunale Francesco Cardillo chiede che sia rispettata, senza il ricorso a ulteriori proroghe. La III commissione consiliare, presieduta dallo stesso Cardillo, la settimana prossima ascolterà in audizione l’assessore alle attività tecniche Giuseppe D’Urso e la dirigente comunale  Pina Leonardi.
E’ in corso una perizia sui danni presenti nell’immobile di corso Europa. I lavori di ripristino dei locali potrebbero essere troppo impegnativi  per rispettare la scadenza del 30 gennaio e per questo Cardillo propone di valutare  un uso parziale dell’immobile di corso Europa, trasferendo il Giudice di pace in un’ala dell’edificio non danneggiata da infiltrazioni. I lavori di risanamento potranno poi essere eseguiti appena possibile, con gli uffici giudiziari operativi all’interno.
Cardillo sottolinea l’importanza per il comune di Giarre di risparmiare sugli affitti passivi oltre che di migliorare l’attività di chi lavora negli uffici del Giudice di pace.
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 18 dicembre 2016
Posta un commento