lunedì 19 dicembre 2016

Giarre, da venerdì 16 attivi i nuovi 119 stalli blu


Sono attivi da ieri i nuovi 119 stalli blu a pagamento nel centro storico di Giarre, ma sempre da ieri è attivo anche il biglietto della sosta breve di mezz’ora del costo di 40 centesimi. Di quest’ultimo gli automobilisti se ne saranno accorti nel momento in cui ieri hanno fatto il biglietto nelle apposite macchinette. In un comunicato, la Giarre Parcheggi annuncia che, a seguito della delibera di Giunta comunale n.77 del 5 dicembre scorso, ha avviato dal ieri, 16 dicembre, la gestione dei nuovi 119 stalli per. La stessa azienda ricorda il contratto del 29 agosto 2008 con cui ha assunto in concessione la progettazione, la realizzazione, la gestione e la manutenzione del parcheggio multipiano “Jolanda” per che dispone di 150 posti auto e che si trova in piazza Principessa Jolanda, nonché la gestione del servizio di sosta a tempo e a pagamento per n°650 stalli distribuiti all’interno del centro storico del comune di Giarre.
Ma non ci sono solo "brutte notizie" per gli automobilisti, come, infatti, già annunciato nelle scorse settimane, la medesima società, «nell’ambito di una sempre crescente qualità del servizio offerto e per venire incontro alle esigenze dei cittadini e dell’amministrazione», comunica che a decorrere sempre da ieri è stato reintrodotto il ticket per la sosta della durata minima di 30 minuti con pagamento pari a 40 centesimi. Il biglietto per la sosta breve è stato reintrodotto in via sperimentale per tutto il 2017. Gli automobilisti potranno comunque continuare a parcheggiare sulle strisce blu, acquistando il ticket previsto per la mezza giornata di sosta, la cui tariffa è stata ridotta a €2,90 a fronte degli attuali € 3,90 previsti dalle vigenti tariffe, con conseguente risparmio per l’utente pari ad €1. Inoltre, la Giarre Parcheggi ricorda che, oramai da più di 3 anni, è stato introdotto all’interno della città di Giarre il servizio Neos Park, già attivato anche all’interno del Comune di Catania. Grazie a un apparecchio che viene collocato all’interno della vettura,  gli automobilisti pagano solo l’effettivo tempo di sosta “al minuto” e possono utilizzare lo stesso dispositivo per pagare la sosta anche all’interno degli altri comuni ove è adottato (ad esempio Catania, Caltagirone e anche altri comuni italiani come Napoli e Torino).
La ditta non perde, infine, l’occasione per rilanciare il parcheggio multipiano di piazza Jolanda e si dichiara a totale disposizione della cittadinanza, delle associazioni di categoria e dell’amministrazione comunale appaltante per «eventuali incontri finalizzati alla chiarificazione delle superiori problematiche e diretti ad una migliore e maggiore fruibilità di un “bene pubblico” quale è il Parcheggio Jolanda di cui la Giarre Parcheggi S.r.l., come è noto, ha in concessione la gestione per 40 anni». L’auspicio della ditta è che l’uso del multipiano possa portare   benefici per la comunità, consentendo di «decongestionare il traffico veicolare all’interno del centro storico, di canalizzare in maniera strategica il flusso turistico e di dare ai turisti ed ai cittadini un’immagine della città di Giarre finalmente consona a quella vocazione che l’ha sempre contraddistinta e quindi di città organizzata, fruibile ed ordinata».

Il parcheggio multipiano di piazza Jolanda per tanti anni ha fatto parte dell’elenco delle famigerate incompiute giarresi. Il progetto di finanza voluto dall’ex sindaco Sodano puntava al completamente di questa incompiuta per fornire 150 posti auto a ridosso di piazza Duomo e del centro commerciale naturale. Sono passati 8 anni dalla stipula del contratto con la Giarre parcheggi e il parcheggio multipiano è sottoutilizzato.
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 17 dicembre 2016
Posta un commento