lunedì 5 dicembre 2016

A Giarre due giorni dedicati alla disabilità

Il teatro Rex ha ospitato una due giorni dedicata alla disabilità, promossa dalla delegazione giarrese dell’U.i.c., Unione italiana ciechi, di Catania insieme all’associazione “104 orizzontale” di Acireale. La manifestazione, giunta alla settima edizione, quest’anno è stata incentrata sul tema “Modelli di disabilità: valori, principi, diritti umani”, allo scopo di far riflettere non solo sulle diverse disabilità ma anche sui diritti umani e il rispetto del disabile in quanto persona. 
Uno dei promotori di questa iniziativa è la prof.ssa Vera Contarino, presidente dell’Uic di Giarre, che vive sulla propria pelle la disabilità, essendo cieca assoluta dal 2010. «Sono insegnante del I istituto comprensivo – ci racconta – e dopo che ho perso la vista ho continuato ad insegnare. E’stato molto difficile superare le barriere e non solo quelle architettoniche ma soprattutto quelle mentali perchè è stato difficile farmi accettare, e capisco che non è facile. Però poi ho capito che la cosa più importante era quella di accettarmi io stessa. Dopo che mi sono accettata mi hanno accettato anche gli altri. Da allora intendo sempre sensibilizzare la comunità dove vivo, Giarre e dintorni, a questa problematica».
Durante la due giorni è stata allestita, all’ingresso del teatro Rex, una mostra fotografica di Irene Caltabiano i cui scatti hanno immortalato alcune scene che testimoniano la voglia di vita e la vitalità dei disabili. All’inaugurazione era presente la presidente provinciale dell’Unione italiana ciechi, Rita Puglisi.
Durante le due giornate si sono tenute anche alcune conferenze, sono intervenuti anche il sindaco Angelo D’Anna e l’assessore alle politiche sociali Enza Rosano. Oltre ai momenti di riflessione si sono tenute anche diverse esibizioni musicali e teatrali, a cura di persone con disabilità.
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 4 dicembre 2016
Posta un commento