mercoledì 30 novembre 2016

Giarre, sindaco incontra sindacati e ditta rifiuti

Due giorni per sciogliere gli ultimi nodi relativi all’avvio del nuovo settennale appalto per la gestione dei rifiuti a Giarre e il passaggio dei lavoratori dalla ditta Tech Servizi alla Dusty. Il sindaco Angelo D’Anna intende partire con la nuova ditta dall’1 di dicembre e a tal fine ieri mattina ha convocato in municipio i rappresentanti sindacali dei lavoratori del cantiere e i rappresentanti delle due ditte.
Per i sindacati, il nodo ancora da sciogliere riguarda i livelli, le mansioni, le anzianità di servizio maturate dai lavoratori e l'assenza degli elenchi aggiornati e ufficiali che riportino questi dati e che devono essere inviati dalla Tech servizi. Santo Gangemi, responsabile della federazione provinciale igiene ambientale dell’Ugl, afferma: «Il sindaco è stato molto disponibile, stamattina mancavano gli elenchi ufficiali per fare una giusta concertazione sindacale. Grossi problemi non ce ne sono, anzi ringrazio il sindaco per la disponibilità che sta dimostrando. Si deve lavorare in modo che in modo che per 7 anni si stia tranquilli e tutti i sindacati abbiamo dato disponibilità perché il contratto inizi con il piede giusto: i soldi spesi devono essere spesi bene, vogliamo proporre migliorie e vogliamo che la città abbia decoro perfetto. Il passaggio da un'azienda all'altra dei lavoratori deve avvenire nella massima trasparenza, altrimenti non firmeremo niente. Torneremo ad incontrarci non appena il Comune avrà tutta la  documentazione. Se non si dovesse partire l'1 dicembre sarà solo per problemi amministrativi, noi non creeremo problemi»«Ci sono diversi nodi da sciogliere – aggiunge Alfio Leonardi della Fp Cgil – e riguardano i livelli dei lavoratori. Ci dobbiamo rivedere con la Dusty per discutere delle anzianità di servizio, dei livelli e del passaggio a 6 ore dei lavoratori che per ora sono a 5 ore. Dobbiamo mettere il cantiere in tranquillità. Sul passaggio dalla Tech alla Dusty la nostra posizione è che chi ha diritto a subentrare subentri e che si rispetti il personale. Sorveglieremo che comunque tutto avvenga nel rispetto del contratto e dell'appalto».

Domani il sindaco vuole incontrare le parti per definire il passaggio alla Dusty. Ieri la Tech era assente e ha segnalato al Comune l’irregolarità del Durc della Dusty. Il sindaco afferma, invece, che il Comune ha verificato la regolarità del Durc sino al 17 marzo 2017.
29 novembre 2016
Posta un commento