venerdì 18 novembre 2016

Giarre, riunione all'Asp sui servizi sanitari nel distretto

Riportare  a Giarre un ospedale di base con pronto soccorso, così come previsto dalle leggi vigenti. E’ stato ribadito ieri dai rappresentanti del territorio che hanno incontrato nella sede dell’Asp il direttore sanitario, Franco Luca, e il dott. Giuseppe Spampinato. Per il distretto erano presenti il sindaco di Giarre Angelo D’Anna, il sindaco di Riposto Enzo Caragliano, l’assessore del Comune di Fiumefreddo Sonia Gambino, il consigliere comunale di Linguaglossa Salvatore Rinadi, il consigliere comunale giarrese Armando Castorina, per le associazioni Salvo Garraffo e Pino Patané ed Angelo Melita della Cgil.
Dall'Asp è stato precisato che quanto concerne l’ospedaliero dovrà essere trattato in un altro tavolo perchè dipende dalle decisioni di Regione e Ministero. Tenere aperto il presidio comunque lascia la porta aperta a futuri potenziamenti. Geriatria, psichiatria e fisiatria dovrebbero restare. Dovrebbe poi essere aperto almeno 12 ore il laboratorio di analisi e la radiologia, oggi aperti dalle 8 alle 14.
Si è parlato del miglioramento di servizi di natura territoriale. L’Asp è orientata a concentrare in via Forlanini i servizi ambulatoriali ora sparsi in vari edifici. 
Ancora una volta dal distretto è stata chiesta all’Asp la carta dei servizi, per conoscere l’offerta sanitaria del territorio. Ad esempio pochi sanno che a Giarre c’è l’apparecchiatura per l’ecografia morfologica.
Ieri si è anche appreso che il dott. Luca ha dato mandato a una società specializzata di effettuare verifiche sullo stato di salute strutturale dell’edificio di via Forlanini. E’ nella possibilità dell’Asp l’acquisto di nuovi macchinari, per cui occorre essere certi della solidità strutturale dell’edificio.
Decisa, infine, l’istituzione di una conferenza dei servizi permanente; la prossima riunione sarà il 30 novembre.
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 16 novembre 2016
Posta un commento