giovedì 17 novembre 2016

Giarre, riattivata l'energia elettrica nei centri incontro anziani

È stata riattivata l’energia elettrica nei centri incontro anziani delle frazioni di San Camillo - Peri, Altarello e Macchia. Uno dei primi problemi incontrati dall'amministrazione D'Anna al suo insediamento a giugno era stato, infatti, il distacco della fornitura di energia elettrica nei centri incontro anziani, per via di un grosso debito del Comune con l'Enel. Essendo estate il problema più grosso per gli anziani che frequentano questi centri incontro non era il non potere accedere le lampadine, quanto piuttosto il non potere accendere i ventilatori. Il problema, tuttavia, non era di immediata soluzione in quanto bisognava ridefinire complessivamente tutta la situazione debitoria con l’Enel e concordare un piano di rientro. Non si trattava, quindi, di pagare qualche bolletta scaduta.
In questi mesi l’amministrazione comunale ha, quindi, affrontato tutta la situazione debitoria con l’Enel.  «Abbiamo incontrato i rappresentanti di Enel energia ed Enel sole – dice il sindaco Angelo D’Anna –. Il primo incontro si è tenuto sotto ferragosto e poi sono seguiti altri incontri. Stiamo effettuando una ricognizione generale delle utenze attive nel territorio, stiamo definendo la situazione debitoria dell’Ente e concordando un’azione di rientro del debito. Abbiamo, quindi, richiesto che venissero attivate queste utenze relative ai centri incontro anziani, dato che si tratta di luoghi di aggregazione importanti per una fascia di popolazione. Sono stati, quindi, riattivati i contatori e abbiamo pagato il costo della riattivazione».  
Con il cambio dell’ora solare, e le giornate più corte, l’indisponibilità dell’energia elettrica avrebbe di fatto impedito agli anziani di riunirsi, se non al buio. Da qui la necessità di procedere con celerità per non arrecare questo disagio agli anziani. 
Data la situazione critica del Comune di Giarre anche un servizio che dovrebbe essere ordinario diventa qualcosa di straordinario. Per gli aspetti finanziari la vicenda è stata seguita dall’assessore Salvo Vitale, i rapporti con i centri incontro sono curati dall’assessore alle politiche sociali Enza Rosano. «Ho visitato più volte i centri incontro di Macchia e Altarello – spiega l’assessore – e presto tornerò a visitarli anche per discutere con gli anziani di iniziative fattibili da realizzare».
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 15 novembre 2016
Posta un commento