giovedì 17 novembre 2016

Giarre, la caserma dei carabinieri di Macchia non chiude

La caserma dei carabinieri di Macchia non chiuderà, almeno per ora. I vigili del fuoco del distaccamento di Riposto hanno, infatti, inviato al Comune la relazione redatta a seguito di un sopralluogo effettuato nei giorni scorsi, su richiesta dell’amministrazione comunale. Come riferisce, infatti, l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe D’Urso: «I vigili del fuoco non hanno ritenuto di chiudere la struttura ma hanno invitato l’amministrazione comunale a verificarne la vulnerabilità. Stiamo procedendo – aggiunge l’assessore – a dare l’incarico, fondi comunali permettendo».
Le carenze strutturali della caserma di viale Mediterraneo sono note da molti anni. Nel 2009 la caserma fu sottoposta ad una serie di indagini che ne rivelarono delle criticità. A questi sondaggi, però, le amministrazioni passate non hanno dato seguito provvedendo alla messa in sicurezza dell’immobile e neanche a interventi a stralcio. Un recente sopralluogo del dirigente dell’area tecnica e la seguente relazione ha dato l’allarme, prospettando la possibilità che la struttura venisse sgomberata. L’amministrazione comunale, nei giorni scorsi, ha incontrato il comando provinciale dei carabinieri, pronto a trasferire nella caserma di Giarre il servizio di Macchia, per essere sicuri che i militari possano svolgere il loro lavoro in tutta sicurezza.
Occorre al più presto mettere in sicurezza questo presidio di legalità, in un momento ove da più parti è richiesta un maggiore controllo del territorio e una presenza più capillare delle forze dell’ordine. Proprio per assecondare questa istanza l’amministrazione comunale – come ha detto nei giorni scorsi il sindaco Angelo D’Anna in Consiglio comunale – quando saranno completate le palazzine incompiute di via Trieste, una parte degli alloggi sarà destinata alle forze dell’ordine.
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 16 novembre 2016
Posta un commento