mercoledì 19 ottobre 2016

Giarre, botta e risposta tra il M5S e il sindaco

Il Movimento 5 Stelle di Giarre critica i primi mesi di giunta D’Anna che, a loro dire, «sta procedendo a passo di lumaca non riuscendo ad imporre un’azione efficiente ed efficace nella vita cittadina». In una nota, i pentastellati definiscono “oscura” la politica sociale portata avanti. Reputano un’opportunità mancata la non attivazione del Centro diurno per anziani di via Berlinguer, «opera che prima era un’incompiuta costata oltre 1milione di euro e che adesso rischia di essere abbandonata ai vandali». Sottolineano la gravissima emergenza scuole, prendendo ad esempio il plesso “G.Verga” che doveva essere consegnato all’inizio dell’anno scolastico. Poi, a causa di «qualcuno ai vertici amministrativi che ha gestito l’appalto, sbagliando alcune procedure», sono stati ritardati i lavori di completamento, slittati forse a fine anno. «Ci chiediamo – si legge nella nota - come mai nessuno abbia assunto un’iniziativa per avviare un’indagine per appurare le responsabilità e comminare un procedimento disciplinare per chi sbaglia? Sarebbe l’occasione soprattutto per avviare uno screening di legalità e di controllo sugli appalti a Giarre e sulla fornitura dei beni e servizi». I 5 stelle parlano anche dell’emergenza rifiuti e delle irrisolte questioni della differenziata e dell’isola ecologica.
Ma per il sindaco Angelo D’Anna quella dei 5 stelle è un’analisi approssimativa con esempi non confacenti. Sul plesso Verga il sindaco ricorda che i due cantieri in corso sin dall’inizio era previsto che si concludessero uno a metà dicembre, l’altro a metà gennaio. La nuova giunta in fretta ha trovato altre aule per evitare i doppi turni. Sono in corso lavori in altre scuole. Sui rifiuti, D’Anna ricorda che il Comune non ha un’isola ecologica, ma a un mese dal suo insediamento ha individuato un’area di trasferenza temporeanea a Trepunti. E’ stato effettuato di recente un diserbo in zone sempre dimenticate e questo malgrado la precarietà dell’affidamento e l’essere sinora costretti a procedere ad affidamenti del servizio di breve durata. Superato lo scoglio dei ricorsi si procederà, si spera al più presto, alla stipula del nuovo contratto di appalto.  «In tema di servizi sociali – dice il sindaco - Giarre conferma il suo ruolo di guida del distretto. Abbiamo dato continuità ai progetti e inoltre questa settimana parte l’assistenza igienico personale agli alunni che vede impegnate maggiori risorse». A proposito del centro diurno, non appena sarà approvato il bilancio, l’amministrazione potrà affidare in gestione la struttura. D’Anna si dice disponibile ad accogliere proposte e invita i 5 stelle a presentarne.  
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 18 ottobre 2016
Posta un commento