mercoledì 19 ottobre 2016

Giarre strisce blu: parla il consigliere comunale ed ex presidente di Confcommercio Castorina

Il consigliere comunale Armando Castorina, già presidente di Confcommercio e poi membro del direttivo dell’associazione di categoria, interviene sulla rimodulazione delle strisce blu e sulle dichiarazioni dell’altro presidente Francesco Candido. In una nota, Castorina, dichiara: «La rimodulazione degli stalli blu che Giarre Parcheggi sta tentando di attuare in questi giorni   è una proposta prodotta tra dicembre e gennaio dello scorso anno e prevede, rispetto agli esistenti, oltre un centinaio di stalli in più nel centro storico. La creazione, inoltre, di apposite aree per la sosta dei residenti in via Carolina, Dante e Calderai limiterebbe ulteriormente la possibilità di sosta nel centro storico. Comprendo che fosse necessario limitare la sosta permanente di operatori commerciali, dipendenti o altri utenti che spesso lasciano per ore la propria auto in via Callipoli e che bisognava dare nuove opportunità di sosta agli acquirenti del centro storico. Ma sussistevano già altri modi per poterlo fare: ad esempio con il disco orario, peraltro richiesto durante la mia presidenza alla guida dell’associazione dei commercianti, sia alla giunta Sodano, sia alla giunta Bonaccorsi. Proprio all’inizio dell’anno l’ex presidente Candido, appose, la firma al progetto di rimodulazione delle strisce blu, assumendosi di fatto, la responsabilità. Gli grava perché a quegli incontri mancava la parte politica, l’amministrazione Bonaccorsi. La firma, tra l’altro, non fu condivisa con l’intero direttivo di cui ero membro, se non dopo l’apposizione della stessa.  La quasi solitaria scelta dell’ex presidente Candido mi portò a dimettermi non solo perché non ho accettato quella scelta ma anche  perché in quel contesto fui privato del mio ruolo di dirigente all’interno di quel gruppo».
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 17 ottobre 2016
Posta un commento