sabato 1 ottobre 2016

Giarre, l'opposizione insorge contro la II commissione consiliare

La seduta di ieri del Consiglio comunale si e'aperta con le dimissioni  del consigliere Vittorio Valenti dalla II commissione, in aperta  polemica con la presidente Rosy Finocchiaro, accusata di non tenere conto delle proposte della minoranza. Il collega di opposizione Fabio  Di Maria ha aggiunto che durante l'ultima seduta di commissione la  presidente e un consigliere avrebbero pure aggredito un dipendente.
Versione smentita dal consigliere Armando Castorina che ha accusato la minoranza di dare informazioni distorte. Pomo della discordia, secondo quanto detto dalla Finocchiaro, sarebbe stato l'argomento trattato: le tasse, Tarsu e Tosap, che la Giarre Parcheggi dovrebbe pagare al Comune.


Dopodiche'l'assise ha vagliato la transazione con la Joniambiente. Ma si tratta davvero una transazione o e'solo una rateizzazione?
Francesco Cardillo ha spiegato che il Comune guadagna di non pagare
gli interessi mentre la Joniambiente ottiene la certezza dei
pagamenti. Ma per Giannunzio Musumeci i rilievi mossi a suo tempo
dalla Corte dei conti sono ancora validi. Leo Patane'ha trovato pure
vizi di legittimita'. Critiche anche da Fabio Di Maria, secondo cui il
Comune non guadagna niente da questo accordo. Il segretario generale
Rossana Manno ha spiegato che la procedura e'legittima e'gia'stata
usata e nei documenti vagliati a suo tempo dalla Corte non c'era
l'importo degli interessi dato che l'accordo sinora non era stato
siglato. La presa d'atto e'stata approvata con i soli voti a favore
della maggioranza, contraria la maggioranza. La seduta e'poi
proseguita con l'esame della rimodulazione del piano di riequilibrio
pluriennale.

MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 30 settembre 2016
Posta un commento