domenica 11 settembre 2016

Ospedale Giarre, il sindaco D'Anna scrive agli altri sindaci per incontrare l'assessore regionale

Il sindaco di Giarre Angelo D’Anna ha scritto ai sindaci di Castiglione, Calatabiano, Fiumefreddo, Linguaglossa, Mascali, Milo, Piedimonte Etneo, Riposto, Sant’Alfo e Santa Venerina per comunicare la disponibilità manifestata dall’assessore regionale alla salute, Baldo Gucciardi per un incontro sul tema della sanità del territorio jonico-etneo. Nei giorni scorsi, il consigliere Armando Castorina ha interloquito con l’assessore regionale, a margine di uno degli appuntamenti della Festa dell’Unità  e ha ricevuto questa disponibilità.
Nella lettera ai sindaci, il primo cittadino di Giarre propone, quindi, l’organizzazione di un incontro con l’assessore Gucciardi e il presidente della VI commissione sanità, dott. Di Giacomo, che ha recentemente presieduto i lavori della commissione all’interno del presidio di via Forlanini.

Nella stessa lettera, il sindaco D’Anna ha rinnovato ai colleghi l’invito a comunicare il nome di un consigliere delegato a far parte di un gruppo di lavoro intercomunale che si occuperà di approfondire e supportare i sindaci sulla tematica della sanità.
Non si potrà non parlare della nuova rete ospedaliera che l’assessore regionale ha annunciato, qualche giorno fa, e che conferma l’eliminazione del pronto soccorso di Giarre che sarà ospedale riunito con il "Santa Marta e Santa Venera" di Acireale, riunito, tuttavia, al momento in una modalità decisamente squilibrata verso Acireale, dato che il presidio di via Forlanini è quasi del tutto svuotato.

Su questa nuova rete ospedaliera, il deputato Nello Musumeci riferisce di avere sollecitato l’assessore Gucciardi a riferire in commissione sanità. «Non ci interessa il contenitore- dice Musumeci – ma il contenuto: sappiamo che l’ospedale non sarà chiuso. La soppressione del pronto soccorso e dei reparti troverà in aula la nostra convinta opposizione».
Frattanto, nel territorio si moltiplicano le aule consiliari che espongono, simbolicamente, lo striscione “Rivogliamo l’ospedale”. La prossima in cui si delibererà in tal senso sarà quella di Giarre ove lunedì prossimo alle ore 20 tra i punti all’ordine del giorno della seduta del Civico consesso vi è l’audizione del Comitato cittadino in difesa dell’ospedale di Giarre e l'esposizione dello striscione.
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 10 settembre 2016
Posta un commento