sabato 1 ottobre 2016

Giarre, paghi una multa e dopo qualche settimana ricevi dal Comune la richiesta di pagarla

Paghi una multa che hai ricevuto per un’infrazione al codice della strada e, dopo qualche settimana, ricevi dal Comune l’avviso che ti chiede di pagarla. Se hai conservato la ricevuta basterà esibirla, ma dovrai perdere il tempo per andare al Comune. Il Comune, a sua volta, per inviarti, inutilmente, questo avviso avrà speso 18 euro  di procedimento più € 12,40 per la notifica. Se non hai pagato la multa dovrai pagare tu questi  € 30,40. Se hai pagato la multa sarà stato il Comune che li ha spesi invano; moltiplicati per ogni utente che paga nei termini la multa potrebbe profilarsi anche un danno erariale.
E’ quanto ha sostenuto il consigliere comunale di Città viva Armando Castorina in un’interrogazione.

La polizia municipale ha 90 giorni di tempo per notificare la multa. Invia le comunicazioni a Poste Italiane con un congruo anticipo. Se l’utente paga la sanzione presto la ricevuta arriva al competente ufficio comunale dopo la spedizione telematica del verbale. Ci sono poi anche ricevute che nella causale indicano solo la motivazione “verbale” senza nessun indizio che permetta di risalire all’avviso connesso oppure, per errore,  vengono versati su C.c.p. sbagliati. E per questo comunque l’utente dovrà recarsi al Comune. In ogni caso, chi ha pagato nei termini,  esibendo la ricevuta, non dovrà pagare anche le spese di notifica.

Castorina ha chiesto se vi sono criticità di comunicazione tra i flussi dei pagamenti in tesoreria e la fase di verifica dei pagamenti; se tutti i dati a disposizione della tesoreria sono messi a disposizione degli addetti all’accertamento e a chi sono addebitabili eventuali criticità. 
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 30 settembre 2016
Posta un commento