giovedì 22 settembre 2016

Giarre, la neonata associazione "4 canti" organizza incontro su referendum costituzionale

Il salone degli specchi ha ospitato un incontro sul referendum costituzionale che ha visto a confronto il prof. Enrico Iachello, ordinario di storia moderna all’Università di Catania e il prof. Emilio Castorina, ordinario di diritto costituzionale presso lo stesso ateneo.
L’incontro, moderato da Dario Li Mura, è stato l’occasione per presentare l’associazione “4 canti” e presieduta da Alfio Cardillo. Il sodalizio, come ha spiegato il presidente, prende le mosse dal gruppo che alle elezioni aveva sostenuto Salvo Vitale e, al secondo turno, Angelo D’Anna. La prima iniziativa che l’associazione propone è stato un confronto sul referendum, tema su cui i “4 canti” non è schierata.
Per il prof. Castorina la riforma è ambiziosa, dato che tocca la forma di governo (chi conduce l’indirizzo politico), la forma di Stato (i principi e i valori che sostengono il rapporto società -istituzioni) e il tipo di Stato (se unitario o federale).
Il prof. Iachello, che da subito ha dichiarato la sua propensione per il “sì”, ha sottolineato che la Costituzione è modificabile, che le modifiche riguardano la seconda parte e che il principale problema italiano è il bicameralismo paritario e non è un problema nato con Renzi ma che comporta un sistema di legislazione lenta.
Il sindaco Angelo D’Anna ha ringraziato l’associazione per il contributo che darà alla formazione delle coscienze.
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 21 settembre 2016
Posta un commento