sabato 17 settembre 2016

Giarre, comitato escluso da riunione sindaci su ospedale. Dalla maggioranza si getta acqua sul fuoco

La riunione dei sindaci del territorio, in Municipio, per coordinare azioni comuni di protesta per il diritto alla salute e il ripristino del pronto soccorso e di un ospedale di base a Giarre non ha convinto il locale Comitato cittadino che non è stato invitato a partecipare a questo appuntamento, malgrado il suo noto impegno e il dichiarato interesse dell’amministrazione a collaborare con le organizzazioni dei cittadini. In un comunicato, il Comitato ha dichiarato: «A seguito dell'incontro tra i sindaci del distretto sanitario 17, il Comitato cittadino Giarre esprime il proprio rammarico per l'esclusione di una sua rappresentanza a tale incontro, considerando i ripetuti propositi di collaborazione, più volte dichiarati ed auspicati anche dal Sindaco di Giarre avv. Angelo D'Anna, non ultimo in occasione dell'audizione in Consiglio comunale, che di fatto ci ha esclusi dall'incontro, anche in prospettiva di eventuali iniziative e manifestazioni che dovrebbero interessare tutti i cittadini.
L'auspicio futuro è di una fattiva collaborazione, non solo dichiarata a parole».
Getta acqua sul fuoco il consigliere di maggioranza Armando Castorina che, in questa fase, sta tenendo i contatti con la Regione e afferma: «Come dichiarato in Consiglio comunale, in occasione dell'esposizione del manifesto "Rivogliamo l'ospedale", nella lotta per il riconoscimento del diritto alla salute, è fondamentale la collaborazione dei cittadini di tutto il distretto di Giarre, nonchè l'apporto di gruppi costituiti spontaneamente che hanno avuto la sensibilità rispetto alla problematica dell'ospedale sin dal 2009. Intenzione dell'amministrazione comunale è quella di incontrare informalmente, nei prossimi giorni, cittadini,  associazioni e gruppi spontanei che potranno fornire il loro contributo alla manifestazione pro ospedale che verrà organizzata sul finire di questo mese con la partecipazione di tutti i sindaci, le loro amministrazioni del distretto, la cittadinanza e le scuole. Ho avuto cura di sentire il rappresentante del Comitato cittadino proprio alla fine dell'incontro tecnico organizzativo dell'assemblea dei sindaci proprio a volergli testimoniare che l'amminstrazione D'Anna è pronta alla collaborazione, non solo a parole.
Rispetto all'incontro con l'assessore Regionale,  l'assemblea dei sindaci continuerà a chiedere l'ospedale di base con il pronto soccorso, così come previsto dalla legge Balduzzi, recepita dalla Regione Sicilia».

MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 15 settembre 2016
Posta un commento