giovedì 15 settembre 2016

Anche quest'anno Giarre ha sposato l'amore

Anche se si è tenuta al palaGiarre e non in piazza Carmine, per via  meteo incerto, è stata come sempre un successo la manifestazione “Quando giarre sposa l’amore” organizzata dal patron Alfio Polisano. La kermesse, alla 7ª edizione, rappresenta la sintesi tra la tradizione nella confezione di abiti da sposa, nata con Rosaria Nestorini, e l’intraprendenza raffinata del nipote della Nestorini, Alfio Polisano.
Presentatori di quest’anno gli eccellenti Salvo La Rosa e Flaminia Belfiore. L’orchestra Macherione, del III istituto comprensivo, ha aperto la serata che ha visto alternarsi sfilate di moda e momenti di spettacolo. Cuore della kermesse il premio “Un amore di donna” assegnato quest’anno alle donne della famiglia di imprenditori Villa, che gestiscono a Giarre una concessionaria, alla magistrato e scrittrice Simona Loiacono, all’attrice Lucia Sardo e al soprano Marianna Cappellani.

Significativo un posto vuoto in platea, in memoria delle vittime di femminicidio e l’intervento dell’assessore Enza Rosano che ha ricordato la presenza a Giarre dello sportello antistalking “Maria Rita Russo” nel palazzo delle culture. Le professoresse Marinella Fiume, Anna Castiglione, il direttore artistico di Naxoslegge, Fulvia Toscano e l’avv. Paolo Patanè hanno presentato il tema della tradizionale conferenza che precede la serata, quest’anno è stata incentrata sulla Sicilia grande madre e terra di grandi madri.
Il taglio della torta nuziale ha dato come sempre l’arrivederci all’anno prossimo.
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 14 settembre 2016
Posta un commento