lunedì 8 agosto 2016

Giarre, commissioni esitano regolamento raccolta differenziata

E’ stato esitato il regolamento per la raccolta differenziata dalla I   commissione “Affari generali” e dalla V commissione “Lavori pubblici” riuntesi in seduta congiunta. Il regolamento è il terzo punto all’ordine del giorno della seduta di giovedì 11 del Consiglio comunale. Si tratta di un regolamento che ancora subirà ulteriori modifiche ed integrazioni in quanto, come spiega l’assessore alle attività tecniche, Giuseppe D’Urso, «non presenta grosse novità rispetto al precedente del 2014, tutti gli incentivi ai cittadini che differenziano i rifiuti, al momento, sono stati tolti e ci si riserva di inserirli in un secondo tempo, quando si giungerà all’affidamento del servizio alla nuova ditta. Altrimenti sarebbe stato adesso necessario prendere un impegno di spesa».

Il regolamento dovrà essere adottato entro i termini di legge per evitare che la gestione di questo aspetto passi dal Comune alla Srr e che il Comune resti solo un Ente che paga ma che non può decidere la gestione del servizio.

Sempre giovedì 11 il Consiglio comunale dovrà prendere atto del Piano di intervento per l’organizzazione del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto rifiuti sul territorio dell’Aro coincidente con il territorio di Giarre e l’ubicazione del Centro comunale per la raccolta dei rifiuti differenziati. Si tratta, quindi, di due atti propedeutici all’avvio di questo servizio che sinora a Giarre è stato una chimera.

Per quanto riguarda il regolamento sulla raccolta differenziata, la presidente della I commissione consiliare, affari generali, Patrizia Caltabiano, spiega: «Questo regolamento è indispensabile per disciplinare la gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Come commissioni dovevamo conoscere gli articoli di cui è composto. Non è particolareggiato e alcuni aspetti verranno modificati quando ci sarà la ditta che gestirà il nuovo appalto come, ad esempio, gli orari di raccolta dei rifiuti. Abbiamo verificato che sono stati trattati tutti gli aspetti: dalla raccolta della sabbia vulcanica al diserbo. Durante la seduta congiunta, non è stato presentato alcun   emendamento anche se dei consiglieri si sono riservati di intervenire in Consiglio comunale. Ci è parso opportuno esaminare il regolamento in commissione per essere preparati quando sarà al vaglio del Consiglio comunale».
MGL
Pubblicato sul quotidiano La Sicilia il 5 agosto 2016
Posta un commento