giovedì 17 gennaio 2013

Via Fratelli Cairoli - zona franca dal rispetto delle regole


La via Fratelli Cairoli è una zona franca dal rispetto delle regole. Il punto critico è il tratto compreso tra le vie Quintino Sella e Massimo D’Azeglio. Qui da un lato è previsto il parcheggio delle auto parallelamente al marciapiede mentre dal lato opposto il parcheggio dei veicoli è previsto a lisca di pesce. Ma nella quotidianità ognuno fa come meglio crede e a qualunque ora del giorno è possibile trovare auto lasciate in sosta in doppia fila, senza che ci sia mai un vigile urgano che sanzioni le irregolarità.
Via Fratelli Cairoli, come tutte le strade del quartiere Jungo è ampia, tant’è che è a doppio senso di circolazione e nel contempo vi è la possibilità di parcheggio su entrambi i lati. Ma con le auto sempre in sosta a casaccio la carreggiata si restringe e finisce sovente che vi è lo spazio per una sola fila di auto, con conseguente gara dei veicoli a chi si infila prima.
Aldilà di questi ordinari intoppi della viabilità la via Fratelli Cairoli è emblematica del consolidato mancato rispetto delle regole di tutta la zona che gravita attorno a viale Libertà dove gli automobilisti sono abituati all’assenza di controlli.
Una situazione che è nota anche all’assessore alla Viabilità, Alfredo Foti, che, in una nota, spiega come intende intervenire: «Sulla scorta anche di alcune richieste dei residenti del quartiere, di concerto con la parrocchia della chiesa Gesù Lavoratore, al fine di razionalizzare le soste, è mia intenzione, subito dopo le festività natalizie, ridisegnare in via Cairoli gli stalli però a spina di pesce, evitando in tal modo le doppie file ottenendo, nel contempo, un  maggiore numero di posti auto. Resta inteso che occorre una maggiore vigilanza e, in tal senso, l’idea è quella di un vigile di quartiere che, a fasi alterne, sarà distaccato per alcune ore per un presidio permanente nella zona tra viale Libertà, via Cairoli sino al largo Fleming». 
28 dicembre 2012
mgl
Posta un commento